La particolare offerta formativa che si sviluppa attraverso la scuola in ospedale e l’istruzione domiciliare contribuisce a tutelare e coniugare due diritti costituzionalmente garantiti: quello alla salute e quello all’istruzione, rivolti a una fascia di alunni in difficoltà. Tale intervento educativo si colloca nella cornice più ampia di azioni mirate a prevenire e contrastare la dispersione scolastica, nonché a facilitare il reinserimento nel contesto scolastico tradizionale.

Tre sono i livelli in cui si declina il servizio:

  • scuola in ospedale
  • istruzione domiciliare
  • interventi di formazione

In evidenza

Archivio

Si comunica che sul sito dell’USR per la Lombardia alla pagina 
http://usr.istruzione.lombardia.gov.it/20200313prot4991/
è stata pubblicata la nota relativa a quanto indicato in oggetto. 

Vista la complessa situazione dovuta all’emergenza sanitaria conseguente all’infezione da CoVid19 e alla luce delle indicazioni normative, si precisa che tutte le attività in presenza di Scuola in Ospedale di Istruzione Domiciliare sono ovviamente sospese.
Tuttavia, in considerazione della particolare situazione vissuta da quanti si trovano ricoverati in ospedale o in convalescenza al proprio domicilio, si invitano i docenti ad attivare le migliori strategie per mantenere attivo il dialogo didattico e il contatto sociale, anche se a distanza.

Il progetto CLIPSO (CLassi Ibride Per la Scuola in Ospedale) mira a contrastare l’isolamento di questi studenti attraverso l’uso di tecnologie didattiche e di metodologie orientate all’inclusione che permettono di abbattere le barriere fisiche connesse all’ospedalizzazione o alla domiciliarizzazione.
Nell’area Didattica in Ospedale di CLIPSO  è stato creato uno spazio dedicato all’emergenza Covid-19. Sarà uno spazio aperto ai soli docenti ospedalieri sul  territorio nazionale. 

Le reti di Avanguardie educative e Piccole Scuole a supporto dell’emergenza sanitaria